Le nostre raccolte

Follow us

 

In Mountain Bike di Notte? Ecco cosa devi sapere 5/5 (5)

MTB-Gear / Review  / In Mountain Bike di Notte? Ecco cosa devi sapere

Un giro in notturna sui vecchi sentieri li fa sembrare nuovi. Mescola l’adrenalina di una discesa in cui gli ostacoli appaiono all’ultimo momento all’atavico mistero che ispira il bosco quando il sole scompare.
Uscire con la mountain bike di notte è un ottimo modo per rimanere allenato durante i mesi invernali e per cercare la pace su sentieri generalmente affollati durante le ore diurne.

A volte la prospettiva di lanciarsi sui sentieri di montagna dopo il tramonto del potrebbe anche sembrare un po’ scoraggiante, vero? Allora, cosa devi sapere prima di uscire per la tuo primo ride in notturna?

 

La Potenza giusta

La buona notizia è che non c’è mai stato un momento migliore per uscire con la Mountain Bike la notte come gli ultimi anni. La tecnologia a LED sta avanzando a un ritmo così rapido che i sistemi di illuminazione sono molto convenienti e presentano ottime sorgenti luminose. I sistemi di illuminazione a partire dai 600 lumen riescono a fornire abbastanza illuminazione per calcare i sentieri in totale sicurezza.
Per farvi un’idea i fari da bicicletta con output a partire da 2000 lumen, come questo kit di Cree, sono più luminosi di alcune fanaleria di automobili. Non male, vero?

Ovviamente se volete esagerare, e avete parecchi soldi da investire, potete sempre dare un’occhiata al sistema CatEye Volt6000, con i suoi 6000 lumen di pura potenza potrete essere scambiati per un disco volante. In rete se ne trovano di ancora più potenti, ma non della stessa qualità della CatEye.

Inoltre i fari con batteria integrata, o Cordless, stanno divendando la norma.

 

Il Faro lo monto sul Casco o sul Manubrio?

La risposta è, naturalmente, su entrambi.

Entrambi hanno punti di forza e punti deboli, quindi un faro montato sul manubrio e uno sul casco si compensano a vicenda.

Un faro da bicicletta montato sul casco segue la tua linea visiva, permettendoti di avere l’illuminazione proprio dove serve in quel momento. Tuttavia, poiché la sorgente luminosa è montata sopra gli occhi, è difficile interpretare le ombre lanciate dal fascio luminoso. Di conseguenza, le luci montate sul casco tendono a appiattire in modo estremo gli ostacoli e influenzano la percezione della profondità.

 

Topeak WhiteElite

Un’ottimo esempio di lampada da Casco é la Topeak Whiteelite 420

Un faro montato sul manubrio fa un lavoro migliore per illuminare accuratamente gli ostacoli dei sentieri. Ma nel contempo fornisce l’illuminazione solo nella direzione in cui é puntato il manubrio, lasciandoti al buio quando ti appresti ad affrontare una curva.

 

Faro Leyzine montato a Manubrio

Il Faro Lezyne Deca Drive é la scelta perfetta per prezzo/qualità

 

Utilizzandoli entrambi non avrai solo più potenza di illuminazione, ma hai anche un backup in caso di guasto di uno dei due fari.
Inoltre, ogni faro proietta un fascio di luce differente. Se utilizzati insieme, forniscono un’esperienza di guida più naturale e con una tridimensionalità migliore.

Ma se non te la senti di investire soldi in due sistemi di illuminazione, é meglio prendere in considerazione l’acquisto di un faro da montare sul casco.

 

Il giusto set up della Fanaleria

Se utilizzati insieme, le moderne luci montate su manubrio e casco sono una potente combinazione che rende i sentieri perfettamente percorribili anche in velocità. La posizione delle fari è fondamentale per ottenere il più ampio campo luminoso possibile.

Cominciamo dal faro montato sul casco e assicurati che sia più vicina al centro possibile. Idealmente, dovrebbe essere direttamente sopra la mezzeria della tua testa. Questa è la posizione più stabile e manterrà al minimo l’affaticamento del collo.
Il fascio luminoso deve avere un’angolazione tale da seguire la linea del tuo sguardo. Se il fascio è posizionato troppo alto, si perderà nell’oscurità, illuminando appena il sentiero davanti a te. Se il fascio è angolo troppo basso, risulterà troppo vicino, peggiorando il tuo timing di risposta e la capacità di scegliere la linea migliore.

La lampadina montata sul manubrio, deve avere il fascio luminoso inclinato in modo che cada alcuni metri davanti alla ruota anteriore – questo crea un campo di luce direttamente davanti a te e fornisce un po’ di illuminazione periferica.

gruppo Mountain bike in notturna

 

Altri consigli per un’uscita notturna in MTB

Ottenere un’illuminazione ottimale non è l’unica cosa da prendere in considerazione quando si prepara un uscita durante la notte o in #inverno. Ecco cinque cose da tenere presente prima di calcare i sentieri con l’oscurità.

  • Pre-ride check: Assicurati che le luci siano completamente cariche prima di ogni uscita. Mantieni un percorso predeterminato. Assicurati di conoscere il chilometraggio e quanto tempo ci metterai a completarlo.
  • Occhiali: la protezione degli occhi è ancora più importante di notte. Le lenti chiare sono la scelta migliore. Se non hai le lenti intercambiabili, puoi optare per degli occhiali anti-infortunistica, l’importante é proteggere gli occhi, perché i rami e i rovi compaiono ancora più all’improvviso durante la notte.
  • Vestiti per l’oscurità. Non é un segreto che la notte le temperature calino. Vestiti di conseguenza e infila uno strato supplementare nel tuo zaino da MTB. Vestire un’abbigliamento riflettente è una buona idea, soprattutto se le tue gite includono un po’ di strada asfaltata.
  • Piano B (backup). È sempre una buona idea avere una luce di riserva. Non deve essere eccezionalmente potente, ma dovrebbe essere abbastanza per illuminare la tua strada verso la civiltà. Anche se viaggi sui sentieri, assicurati sempre di avere anche una luce posteriore.
  • Rallenta. Andare in Mountain Bike di notte può giocare dei brutti scherzi ai tuoi occhi e modificare la percezione della profondità. Tieni sotto controllo la tua velocità e non fidarti nemmeno dei percorsi che già conosci.

 

Mountain bike di notte

 

Hai qualche consiglio da darci per uscire in MTB di notte? Scrivilo qui sotto!
Se sei anche tu un lupo solitario, sicuramente ti interesserà questo articolo con i consigli per le uscite in MTB in solitaria

 

 

Please rate this

COmmenti: 3

  • Luca
    10 settembre 2017 8:18

    Se posso consigliare….non uscire da soli…e magari lasciar detto a qualcuno il percorso che si farà e l’orario presumibile di rientro a casa. Ciauuu

  • Nic
    2 novembre 2017 1:23

    Importante uscire almeno in 4 se non 5 persone. Si incontrano animali. Anche se vi prendono in giro montare un campanello al casco o bici stile vacche. Le luci fissarle bene. Anche con due diverse se vi punta in faccia quella sul manubrio quella sul casco non vi salva. Ricordare sempre di rimanere uniti e di notte si passeggia non si gareggia. Gli imprevisti sono molti e sempre in agguato e trasformare una piacevole esperienza in un pessimo ricordo e’ un attimo. In parole povere i fenomeni e l’ adrenalina lasciate la nei posti e momenti adeguati. Le bici devono essere in ordine. Riparare una catena o una foratura in mezzo ad un bosco di notte magari con aria gelida non e’ piacevole. Per il resto e’ una magia. Consiglio maggio con le lucciole in assenza di inquinamento luminoso. Magari spegnere per un po le luci fermandovifermandovi in aperta campagna in piena oscurita’. Vi assicuro. Stupendo

Rispondi

*